IAO, il finto Dio tra interpretazione exoterica ed esoterica

Le divisioni causate da un'interpretazione exoterica delle rappresentazioni simboliche nelle Sacre Scritture sono spesso ingiustificate

IAO, il finto Dio tra interpretazione exoterica ed esoterica Il Dio dell'Antico Testamento Yahweh ci viene presentato come divinità suprema, onnipotente, onnisciente. Ciò che molti ignorano, e che forse potrebbe sorprendere alcuni, è che in molte tradizioni esoteriche il Dio della Bibbia è solo un dio inferiore, un demiurgo, creatore del nostro sistema solare fisico - come sottolineato dal mitologista John Lash - ma non dell'universo intero.

Non solo, ma Yahweh rappresenterebbe addirittura un ostacolo che si pone fra l'Uomo e la fonte trascendente del Tutto, fonte divina che non ha nome e che può essere conosciuta solo tramite la gnosi, ovvero l'esperienza mistica diretta.

Lo gnosticismo è la tradizione cristiana esoterica, di origini sciamaniche, che non solo si basa sull'interpretazione simbolica delle scritture, ma respinge la fede a favore della conoscenza individuale del divino.

Opposta a questa troviamo quella exoterica, dalla quale deriva il cattolicesimo, versione semplificata del cristianesimo per la massa che interpreta in modo letterale ciò che vi è scritto nei testi sacri, storicamente motivata da scopi politici.

Il rogo dove bruciarono i CatariQuest'ultima è stata fonte di innumerevoli contraddizioni, divisioni e sfortunatamente spargimenti di sangue.

Basti pensare alle crociate o ai massacri dei Catari.

Quello del 1219 fu descritto così:
«Corsero nella città [le armate dei Cattolici], agitando spade affilate, e fu allora che cominciarono il massacro e lo spaventoso macello. Uomini e donne, baroni, dame, bimbi in fasce vennero tutti spogliati e depredati e passati a fil di spada. Il terreno era coperto di sangue, cervella, frammenti di carne, tronchi senza arti, braccia e gambe mozzate, corpi squartati o sfondati, fegati e cuori tagliati a pezzi o spiaccicati. Era come se fossero piovuti dal cielo. Il sangue scorreva dappertutto per le strade, nei campi, sulla riva del fiume.»

Scavando a fondo nelle rappresentazioni simboliche, troviamo che queste divisioni causate da un'interpretazione exoterica (letterale) delle Sacre Scritture sono in realtà ingiustificate. Sono innumerevoli i punti di connessione che si potrebbero citare a prova di ciò.

In questo articolo, però, ci concentreremo solo su un nome. Non uno qualsiasi, bensì il nome del Dio dell'antico testamento.

Noto come Yahweh (YHW), in realtà i suoi nomi sono tanti.
Una versione legge infatti: IAO, o ΙΑΩ. Per quanto spesso il nome veniva accompagnato da altre definizioni come ΣΑΒΑΩΘ, Sabaoth, ovvero onnipotente, rifletteremo solo su IAO.

Talismano con incisione IAO


Come sottolineato dall'esoterista Aleister Crowley nel suo Magick In Theory And Practice, IAO può essere interpretato come anagramma.

I => Iside
A => Apofi
O => Osiride

Per di più, il nome IAO include così anche le fasi principali di mutamento naturale.
Possiamo osservare tali schemi, per esempio, nello sviluppo annuale delle piante.

I => Iside => Nascita
A => Apofi => Morte
O => Osiride => Risurrezione

Il nome IAO, ricollegandoci all'Antico Egitto, indica come si tratti, alla fine, di una sola unica tradizione.

Questo, ovviamente, è solo un piccolo elemento fra i tanti, ma dovrebbe servire a stimolare la nostra curiosità e spingerci a scostare il velo che ci separa dai vari significati esoterici che si celano dietro le apparenze.


Roberto Bommarito, autore dell'articoloL'Autore dell'articolo Roberto Bommarito ha collaborato con Edizioni XII, curando la rubrica Punto Interrogativo. Attualmente collabora con Kipple Officina Libraria, Nero Press Edizioni, Skan Magazine, Sitosophia: intossicati di cultura e Tracce d'eternità.
Ha vinto diversi concorsi letterari fra i quali Discronia, L'invasione degli UltraCorti, Premio Short Kipple 2012, Parole di vapore, Nero Estasi, RED Rosso China, Nero Lab, USAM (Una storia al mese), Minuti Contati.
I suoi racconti sono stati inclusi in svariate antologie. Il suo racconto Campi è stato segnalato al Premio Robot.



Condividi la lettura con i tuoi amici!

IAO, il finto Dio tra interpretazione exoterica ed esoterica
Articolo scritto da da:
Pubblicato il 03/02/2013

Da Abisso:

Genova e il G8 nelle parole di una scrittrice di noir
Reboot e Remake: quando il cinema ripropone se stesso
H.P. Lovecraft e l'Orrore Cosmico

Da Grandi Disastri e Tragedie:

3 febbraio 1959: il giorno in cui la musica morì
Il disastro dello shuttle Challenger del 1986
L'Eruzione del vulcano dell'isola di Thera (Santorini)


Concorsi letterarii in Italia

Il Catalogo delle Bici Elettriche 2018

Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139