Venerdì 13 un film porno? Moran Atias fugge dal set

Film > Notizie > L'attrice scandalizzata dalla mancanza di professionalità a Hollywood

"Sono fuggita da Hollywood, il film horror era in realtà un porno".
Queste le parole con cui Moran Atias (la bellissima nella foto a lato) ha descritto la sua avventura sul set di Friday the 13th (Venerdì 13), la riedizione del classico horror omonimo del 1980.

La modella/attrice israeliana, vista recentemente (parecchio svestita) in La Terza Madre, avrebbe abbandonato il set della pellicola diretta da Marcus Nispel a causa di scene che piano piano si facevano calde, hard... un po' troppo hard!
Massaggi con l'olio, gambe rigorosamente divaricate e lato B in bella mostra. "Nessuna sensualità, molta volgarità" ha dichiarato l'attrice. Con l'amaro in bocca ha continuato: "Non era un horror, ma un porno e ho detto basta".

Nella pellicola Moran doveva interpretare una giovane facile e disinvolta e nel copione pare non ci dovesse essere alcuna scena di nudo per lei. L'attrice e il suo ragazzo sul set avrebbero dovuto solo stropicciarsi un po', ma senza mai togliersi i vestiti. Le inquadrature però si facevano sempre più maliziose. "Il regista le chiamava indicazioni tecniche. Se io mi ribellavo, lui non si dava per vinto. La macchina indugiava troppo, era insistente, penetrante. Non c'entrava con la storia. E nemmeno il mio seno e la mia bocca in sequenza. Mi hanno proposto di farmi massaggiare con l'olio. Che c'entrava col pic-nic?".

Le avrebbero addirittura offerto un cachet più alto per lasciarsi andare. Ma quando le hanno chiesto "Che farai domani con la scena di sesso?" Moran ha mollato tutto nel cuore della notte, sbattendo la porta in faccia alla Mecca USA del cinema...

La Atias non si ritiene però una "bacchettona". Anzi. Non è contraria al nudo (come testimoniano alcuni suoi servizi fotografici), ma rifiuta la volgarità: "Lo stupro di Monica Bellucci in Irreversible è vero cinema", avrebbe dichiarato. Ma quelle scene in Friday the 13th e le richieste insistenti del regista Marcus Nispel no. "Nel cast c'erano parecchi giovani piuttosto famosi negli USA. Fantastico, mi son detta. Invece, ho girato solo sequenze che ora andranno al macero".

Jason Voorhees come Rocco Siffredi? Crystal Lake come La Villa del Peccato quindi?

Si vedrà, anche se le parole della Atias ci sembrano almeno un pochino esagerate. Del resto la carnazza in determinati horror ci sta veramente bene, come non sospettare a priori che certe richieste potrebbero anche arrivare?

A noi veri appassionati di cinema (in realtà vogliosi allupati amanti dei riferimenti fallici) non resta che sperare che queste scene così hard le facciano girare ad Amanda Righetti (Return to House on Haunted Hill)... ;-P

Nel cast del nuovo Venerdì 13 troviamo Derek Mears (Le Colline hanno gli hocchi 2 e Cursed), Jared Padalecki (Nickname: Enigmista, La maschera di cera), Danielle Panabaker (Mr. Brooks), Aaron Yoo (Disturbia) e Travis Van Winkle (Left in Darkness, Asylum).

La pellicola è una produzione che unisce gli sforzi di Platinum Dunes, New Line Cinema, MTV e Paramount Pictures.

Uscita prevista per il venerdì 13 febbraio 2009.


Condividi la lettura con i tuoi amici!

Venerdì 13 un film porno? Moran Atias fugge dal set
Articolo scritto da: Matteo Servili
Pubblicato il 27/06/2008
Fonte: Corriere.it

Concorsi letterarii in Italia
Raccolta racconti Delitti al Thriller Cafè
Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy