Recensione
Feast 3 - The Happy Finish

Feast 3 - The Happy Finish: visiona la scheda del film Capitolo conclusivo della saga splatter/demenziale di John Gulager, in Feast III: The Happy Finish si toccano altri apici di delirante, brutale ironia nera che era ormai lecito aspettarsi dopo la seconda, atroce puntata, ma è tuttavia l’episodio minore della trilogia per una chiara fiacchezza narrativa, prevedibile dopo due film grossomodo uguali.

Se quindi non ne avete avuto abbastanza della cattivissima comicità di Feast II: Sloppy Seconds, in questo terzo atto potrete trovare, tra le varie ingegnosità sanguinarie, un bestiale stupro anale dove una creatura, prima di raggiungere le amate chiappette umane, perfora la parete di un container con il suo pisello alieno, e una testa ingurgitata, digerita ed espulsa con tanto di precisa, lunga inquadratura del foro d’uscita. Questi non sono che due dei virtuosismi gore messi in piedi da Gulager & Co, che si divertono spietatamente in molte altre occasioni di puro, rivoltante disgusto comico.

Torna inoltre una certa abilità, in parte assente nella seconda puntata, nel ribaltare cliché e banalità, con personaggi macchiettistici che deridono aspramente classici eroi e villain dei b-movie, riuscendo addirittura a stupire, in un paio di sequenze, per imprevedibili mete assegnate loro dalla sceneggiatura.

Per il resto, Feast 3, pur nella sinteticità di ottanta minuti scarsi, è film lungo e annacquato, infarcito di momenti fin troppo diluiti per raggiungere un minutaggio quanto meno dignitoso. L’infinita, grossolana battaglia finale nelle fogne, per citare l’esempio clou, stanca dopo pochi minuti, e si nota subito che le cartucce migliori di questo terzo capitolo sono state sparate nei primi minuti, imbastendo poi un susseguirsi di sparatorie e botte da orbi mediamente noioso e poco effervescente.

Pur con un drastico calo di qualità e freschezza rispetto ai primi due episodi, e non menzioniamo la colonna sonora, gradino più basso di un trittico di Original Sound Track inascoltabili, Feast III: The Happy Finish è comunque appuntamento impedibile per chi ha visceralmente goduto fino a questo atto finale, film da vedere anche solo per l’assurda, per certi versi geniale conclusione, apice di una certa beffa con cui Gulager si è sempre preso gioco del pubblico.


Recensione originale apparsa il 30/06/2010 su Midian, il blog ufficiale di Simone Corà.


Titolo: Feast 3 - The Happy Finish
Titolo originale: Feast III: The Happy Finish
Nazione: USA
Anno: 2009
Regia: John Gulager
Interpreti: Jenny Wade, Craig Henningsen, Martin Klebba, Mysti Rod-Nash, Megan Brown, Hanna Putnam, Kip Cummings, Mike J. Regan, Melissa Reed, Vance Hartwell, Oliver Simor, Juan Longoria García

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del film Feast 3 - The Happy Finish
Recensione scritta da: Simone Corà
Pubblicata il 02/07/2010

Concorsi letterarii in Italia
Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana
Master Gestione Rifiuti a Bologna
Master Esperto Ambientale a Mestre

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139