Recensione
Il Rito

Il Rito: visiona la scheda del film Mi sono accostato a Il Rito (The Rite) con una certa malavoglia, poich questa insistenza modaiola in tema di esorcismi e demoni mi sta largamente venendo a noia.

Non bastavano Devil (2010), L'Ultimo Esorcismo (2010) e da ultimo Exorcismus: The Possession of Emma Evans (2010) a rimpolpare un sottogenere che gi di suo non che avesse cos tanto bisogno di essere nutrito.
Forse sull'onda di questa moda recente, tutta da indagare, tutta da spiegare, ecco che il regista svedese Mikael Hfstrm, dopo aver girato l'interessante 1408 (2007), si butta nel demoniaco e vuol dire la sua a riguardo.

Nonostante la malavoglia, ma visto che Hfstrm proveniva da un buon prodotto artistico-perturbante come appunto 1408, ho provato a dargli ascolto. Quello che ho ascoltato tuttavia non mi ha fatto certo gridare al miracolo, n tanto meno pensare di essermi imbattuto in qualcosa di particolarmente innovativo, rispetto al sottogenere in quanto tale.

Durante tutta la visione, la domanda fondamentale che mi girava in testa stata la seguente: sufficiente imbarcare sulla nave un calibro da novanta come Anthony Hopkins per generare una storia memorabile, non dico come Il silenzio degli innocenti, e neanche come L'Esorcista, ma comunque di un certo peso?
Al termine della visione la risposta a tale domanda stato un deciso e secco "NO".

Al di l di Hopkins, neanche il belloccio Colin O'Donoghue, nei panni di Michael Kovak, il giovane seminarista, mi ha convinto, cos incastrato in una sceneggiatura imbustata, secca, che lo obbliga a volare dagli States al Vaticano, come se niente fosse.

La credibilit di tutto l'impianto narrativo di The Rite si avvicina al manzoniano verisimile, ma lo tocca solo tangenzialmente, e in rare occasioni. E questa una grave pecca della sceneggiatura.

Ma credo che ci che faccia affondare completamente l'intento di Hfstrm a rielaborare in modo originale il tema della possessione, sia il volerlo inserire in un contesto odierno globalizzato: per esempio quelle del corso di formazione in Vaticano, con i filmati degli indemoniati e i vari supporti tecnologici messi in scena, all'interno di una sala conferenza patinata che sembra l'aula del parlamento europeo, sono sequenze che distruggono semplicemente ogni pathos demoniaco o similare.
Giunge presto, cio, la nostalgia della stanzetta di Regan, e soprattuto di preti dalla personalit potente e come scolpita sulla pietra, tipo quella di Padre Karras (Jason Miller) o di Padre Merrin (Max Von Sydow).

Hopkins bravo, niente da dire, a prodursi qui come ponte tra noi miseri mortali e il Maligno, ma assorbe, potremmo dire, tutta la luce del film, a discapito di tutto il cast, ma in particolar modo della storia stessa, che non inietta brividi significativi nelle vene dello spettatore (qualche vecchio chiodo vomitato da una giovane donna, poi cos perturbante, oggigiorno?).

Le sequenze del rito esorcistico, sono poi delle grottesche caricature di quelle de L'Esorcista.

Il Rito, risente troppo dell'ombra derivativa del prototipo mitologico delle origini: Linda Blair sembra guardare di sottecchi la cinepresa di Hfstrm, facendole sberleffi, e rendendo tutta la vicenda quasi patetica.

Sul piano della pura estetica, il film si fa certo guardare: ottime le luci, le musiche, il make up, gli effetti speciali, le performance del cast. Tuttavia il film rimane sempre in sospeso tra debiti insoluti con L'esorcista di Friedkin, e l'obiettiva difficolt a dare emozioni che sottolineino una sua specificit rispetto al modello.

The Rite: da vedere solo per ragioni filologiche, ma senza grandi entusiasmi.


Recensione originale apparsa il 12/02/2011 su Ulteriorit Precedente, il blog di Angelo Moroni.


Titolo: Il Rito
Titolo originale: The Rite
Nazione: USA
Anno: 2011
Regia: Mikael Hfstrm
Interpreti: Anthony Hopkins, Colin O'Donoghue, Alice Braga, Ciarn Hinds, Toby Jones, Maria Grazia Cucinotta, Rutger Hauer, Chris Marquette, Franco Nero, Marta Gastini, Ben Cheetham, Nico Toffoli, Arianna Veronesi, Rosa Pianeta

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del film Il Rito
Recensione scritta da: Angelo Moroni
Pubblicata il 20/04/2011

Concorsi letterarii in Italia
Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer pi famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le pi spaventose leggende metropolitane

I 10 animali pi velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana
Master Gestione Rifiuti a Bologna
Master Esperto Ambientale a Mestre

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139