Recensione
L'Evocazione: The Conjuring

L'Evocazione: The Conjuring: visiona la scheda del film Godiamoci con L’Evocazione: The Conjuring l’ennesima pellicola riuscita del giovane James Wan. A quanto pare, il regista di origini malesiane ha imboccato la strada giusta per sfornare degli ottimi film horror.

Partendo dall’esordio fragoroso di Saw - L'Enigmista, passando il buon Death Silence e il successo di Insidius, Wan confeziona l’ennesimo prodotto di genere perfetto nello svolgere la sua missione: incollarvi alla poltrona e terrorizzarvi.

The Conjuring si muove nei terreni consolidati del genere: demoni e case infestate. Wan tenta di ampliare e approfondire il discorso già aperto con Insidius, spostando la vicenda negli anni ’70, cercando di dare le motivazione storiche del sottogenere delle case infestate.

Notevole il citazionismo, come a volersi tutelare filologicamente. In primis, con il cast di facce note: Patrick Wilson, già protagonista di Insidius, e soprattutto Lili Taylor, volto di The Haunting - Presenze e del bellissimo The Addiction: Vampiri a New York di Abel Ferrara. Per non parlare della piccola attrice identica alla bambina vista decenni fa in Poltergeist - Demoniache Presenze.

Il navigato amante poi non impiegherà molto a scovare i riferimenti a Amityville Horror e Gli Uccelli. E forse sarà un po’ forzato, ma l’albero dell’impiccagione rievoca i momenti più inquietanti del recente Sinister.

Ma non finisce qui, perché ormai Wan si permette di citare anche se stesso: nella scena iniziale, con l’agghiacciante bambola che è un palese omaggio alla sua ossessione verso tale oggetti mostrata in Death Silence.

Ma torniamo al nostro L’Evocazione: The Conjuring. Quindi, nel passato: nel 1971, a Harrisville. Anno in cui i coniugi Perron decidono di trasferirsi nel grande casale con loro cinque figlie. Passerà davvero poco, e i primi segnali infernali inizieranno ad abbattersi sugli inquilini.

Quadri che cadono, rumori sotto il letto e nell’armadio, odori nauseabondi, lividi inspiegabili. Se fin qui siamo nei topos del genere, l’innesto riuscito sta nell’affiancare alla povera famiglia Perron le vicenda di una coppia realmente esistita: quelle di Ed e Lorraine Warren.

Investigatori del paranormale, chiaroveggente lei, dividono il loro tempo tra lezioni universitarie, esorcismi e giri nelle case infestate. Finiranno per imbattesi immancabilmente nella casa di Harrisville. E nell’agghiacciante vecchia coinquilina che solo Lorraine Warren riesce a vedere.

Una volta partite le operazioni di disinfestazione, The Conjuring si scatena in momenti di tensione e colpi ad effetto magistrali. Guai ad entrare da soli nella stanza dove i coniugi Warren tengono depositati gli oggetti relativi ai loro casi…

La contrapposizione tra le due famiglie è molto probabilmente l’aspetto più innovativo della pellicola, che permette alla sceneggiatura di Chad e Carey Hayes un respiro più ampio, permettendo di trattare la questione dell’infestazione anche nell’ottica bene contro male, diavolo contro Dio.

Se a incarnare questo contraltare spirituale c’è la classe di Vera Farmiga, tutto è più facile.

Bello anche l’impianto scenico e fotografico della pellicola, in cui tutto è finalizzato a rendere l’atmosfera e le ambientazione delle pellicole horror datate proprio anni ’70.

Solito plauso va dato a James Wan, che ormai sa come muovere la macchina per creare la suspance giusta in sequenze al cardiopalma, per poi concludere con un immancabile sobbalzo.

L’Evocazione: The Conjuring si impone quindi come il miglior studios-horror attualmente in circolazione. Niente di nuovo, ma paura assicurata. C’è da scommettere che i signori Warren torneranno a farci visita. Ma qualora siate impaziente di saggiare ancora una volta lo stato di grazia di Wan, basta attendere l’imminente Insidius 2.


Titolo: L'Evocazione: The Conjuring
Titolo originale: The Conjuring
Nazione: USA
Anno: 2013
Regia: James Wan
Interpreti: Patrick Wilson, Vera Farmiga, Ron Livingston, Lili Taylor, Mackenzie Foy, Joey King, Hayley McFarland, Shanley Caswell

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del film L'Evocazione: The Conjuring
Recensione scritta da: Alessio Belli
Pubblicata il 02/09/2013

Concorsi letterarii in Italia
Raccolta racconti Delitti al Thriller Cafè
Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy