Recensione
Smiley

Smiley: visiona la scheda del film Nel momento in cui scrivo questo Smiley è dato (su più di un sito specializzato) in uscita nei cinema italiani per la seconda metà del 2013 e la domanda che mi sorge subito spontanea è: perché?

Il film, diretto dall'esordiente - e giovanissimo - Michael J. Gallagher è infatti meno che mediocre. E sono stato gentile nella mia valutazione.

Certo, il poster della pellicola e la "maschera" del suo assassino protagonista possono generare un certo interesse e hype in molti fan del cinema slasher, e i sui primissimi minuti sembrano promettere bene: ma poi?

Trama: zero.
Personaggi coi quali empatizzare: zero.
Suspense: zero.
Tensione: zero.

Lo script firmato dallo stesso Gallagher insieme a Glasgow Phillips (autore di alcuni testi per South Park) e al debuttante Ezra Cooperstein immerge lo spettatore nella realtà ossessionata dai device digitali e dalla comunicazione 3.0 tipica dei "giovani di oggi" ma se da un lato "si spinge troppo oltre" - estremizzando situazioni e dialoghi poco comprensibili a chi non fa parte di questo mondo - dall'altro "non va da nessuna parte".

Non si sviluppa nè il plot principale nè eventuali sottotrame, non c'è alcun approfondimento (nè "crescita") dei personaggi principali, lo stesso Smiley appare sullo schermo per brevissimo tempo sempre e solo per ammazzare "a colpo sicuro" la sfortunata vittima di turno con il tipico effetto da "salto sulla sedia". Salto sulla sedia che qui viene reiterato all'inverosimile come unico modo per portare un po' di sana paura e terrore nello spettatore, una soluzione che diviene presto prima sterile e poi irritante: spaventi a raffica ma paura, terrore e perturbanza nulli.

Tornando alla domanda iniziale: perché mai andare a pescare, tra le centinaia di produzioni indipendenti e low cost americane, alcune delle quali di ottima fattura, proprio questa pellicola e proporla nelle sale d'Italia?

Certo il suo essere legata a tematiche giovanili e tecnologiche la rendono appetibile agli occhi dei distributori, ma a quelli del pubblico? Scomparsa la fregola indotta da locandina e maschera che rimane allo spettatore per godersi lo spettacolo?

La capacità recitativa media del cast di Smiley è bassa. Caitlin Gerard (The Social Network) fa la sua figura e Melanie Papalia (Endgame, Super Hybrid) è bella da vedere, ma tocca ai veterani Roger Bart (Desperate Housewives, Excision, Hostel: Part II) e Keith David (Pitch Black, The Chronicles of Riddick) salvare la baracca con (poche) scene di solida e professionale qualità.

Ad aggravare la situazione (oltre alla fotografia piatta di Nicola Marsh) l'inesperienza di Gallagher alla regia (il ragazzo sarà anche una "YuoTube sensation" ma il cinema è ben altra cosa), la sua scarsa conoscenza delle "regole dell'horror" e una pesantissima patina di "già visto" calata sull'intero film. Non basta mettere in scena un assassino mascherato alla Scream e costruirci attorno una leggenda metropolitana stile Candyman per realizzare qualcosa che intrattenga con successo un pubblico.

O che almeno non si prenda troppo sul serio e strappi qualche risata.

Smiley: ottime premesse e un inizio scoppiettante diventano presto un lungo calvario all'insegna di spaventi a ripetizione e dialoghi geek poco digeribili. Da evitare.


Titolo: Smiley
Titolo originale: Smiley
Nazione: USA
Anno: 2012
Regia: Michael J. Gallagher
Interpreti: Caitlin Gerard, Melanie Papalia, Shane Dawson, Andrew James Allen, Roger Bart, Liza Weil, Michael Traynor, Keith David

Recensione del film Smiley
Recensione scritta da:
Pubblicata il 17/05/2013

Delitti al Thriller Café 2
Romanzo thriller storico Ottone: Il primo dei Visconti
Concorsi letterarii in Italia
Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy