Recensione
It Follows

It Follows: visiona la scheda del film Giunto sull’onda dell’entusiasmo sollevato dal suo passaggio al Sundance Film Festival, It Follows di David Robert Mitchell è rapidamente diventato titolo preferito da più di un fan dell'orrore, ed è ormai riconosciuto da una parte rilevante della critica specializzata come il miglior film horror del 2015. In Italia dovrebbe arrivare nelle sale cinematografiche il prossimo 6 luglio.

It Follows si colloca all’interno della recente rinascita del genere e non appartiene a un filone ben preciso, anche se è possibile classificarlo come un supernatural horror a causa dell’evidente presenza di una forza ultraterrena e, volendo, possono essere rilevati punti di connessione con i temi della possessione e del contagio.

L’opera seconda di David Robert Mitchell ha anche punti di contatto con il titolo simbolo del 2014, quel Babadook che pone al suo centro la lotta di una donna contro una forza soprannaturale che può essere vista come metafora di altro.

E anche la lunga e disperata odissea di Jay, che ci porta attraverso varie splendide location, in interni ed esterni, di Detroit e parte del Michigan, può essere percepita come simbolo di altri temi e sottotesti importanti, senza che questo ingombri o appesantisca il piacere della visione.

Le reazioni della ragazza, interpretata da una brava ed efficace Maika Monroe (che nello stesso periodo abbiamo avuto il piacere di guardare nell’angosciante seppur acerbo e incompleto The Guest) sono immerse e motivate da un ambiente circostante e immaginario che ricorda da vicino quello di certi fumetti, pensate a un anomalo mix fra le storie di Charles Burns e Daniel Clowes e le strisce dei Peanuts.

In assenza di autorità (sia genitoriali che religiose o statali) la protagonista deve prima comprendere la natura della maledizione e i suoi meccanismi e quindi provare a reagire per evitare di fare la terribile fine ben esplicitata nel prologo. Ecco quindi che nel corso della pellicola verranno fissate le ambigue regole del gioco e il gruppo di ragazzi tenterà di combattere un mostro ben più elusivo e sfuggente del solito, ma mortale in sommo grado.

It Follows è un’angosciante gioco di inseguimento che ricorda il paradosso di Achille e la tartaruga, solo che questa tartaruga ha le zanne ed è letale.

Jay (con encomiabile aiuto da parte dei suoi amici) proverà ogni tipo di soluzione, dalla fuga allo scontro fisico, dal rassegnarsi a cercare di trasmettere la maledizione/infezione: con quale risultato lo scoprirete solo alla fine.

Maika Monroe è spalleggiata da un gruppo di giovani attori in buona forma, fra i quali voglio ricordare almeno la simpatica ed effervescente Olivia Luccardi (nei panni di Yara) e Keir Gilchrist che interpreta con efficacia l’apprensivo, tenero, intelligente e innamorato Paul.

I più attenti fra voi ricorderanno di aver già visto Gilchrist, bambino, in un altro film horror, Dead Silence, nella parte di Henry da giovane.

David Robert Mitchell si muove con gran piglio tecnico (si pensi al doppio movimento circolare completo all’interno dell’istituto scolastico) in un microverso affollato di rimandi e segni e codici che spiazzano lo spettatore, impedendogli una corretta collocazione cronologica dell'opera: vecchi televisori, automobili e sale cinematografiche d'epoca si mischiano a gadget ben più moderni in un capolavoro di stile fornito tanto dalla scenografia quanto dai costumi.

E così come frulla il tempo, questo regista è capace di giocare anche con lo stile e le influenze, tutte assorbite in modo maturo e mai esasperate a livello metacinematografico.

It Follows offre, all'occhio partecipe e attento, squarci di John Carpenter inseriti in un contesto da The Breakfast Club.

Doveroso infine menzionare l’altro grande protagonista di questa pellicola di fondamentale importanza per l’horror contemporaneo, ovvero Disasterpeace (Rich Vreeland) e la sua colonna sonora di synth e suoni elettronici, a tratti sinistri e a tratti molto aggressivi, che costellano l’intera vicenda, un po’ come fa la lettura de L’idiota di Fëdor Dostoevskij da parte di Yara.


Titolo: It Follows
Titolo originale: It Follows
Nazione: USA
Anno: 2014
Regia: David Robert Mitchell
Interpreti: Maika Monroe, Keir Gilchrist, Olivia Luccardi, Lili Sepe, Jake Weary, Daniel Zovatto, Bailey Spry, Debbie Williams

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del film It Follows
Recensione scritta da: Elvezio Sciallis
Pubblicata il 12/03/2016

Concorsi letterarii in Italia
Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139