Recensione
Joshua

Joshua: visiona la scheda del film Accanto ai grassi e grossi titoloni da botteghino, di qualità spiraleggiante verso un fondo ancora sconosciuto, il cinema horror vive un’ottima stagione grazie a una serie di pellicole dal budget più modesto ma dalla sceneggiatura indubbiamente più ricca.

Non mi capitava da tempo di avere qualche sano brivido durante una visione notturna ma ci sono due o tre passaggi in Joshua, quarta prova di George Ratliff, che assicurano pelle d’oca per gli spettatori in cerca di visioni alternative ai soliti killer, torture e vampiri in latex.
Una scena in particolare, che non vi posso descrivere pena lo spoiler, ripresa con una videocamera a visione notturna, è il cuore pulsante del film, nera epifania di quanto si temeva fin dall’inizio della visione.

I meriti di Joshua sono parecchi e se non ci fossero state alcune (comprensibili) sbavature logiche e ovvietà in sede di script si sarebbe potuto urlare al miracolo.
Anche così Joshua si inserisce di prepotenza come uno dei titoli più interessanti di questo 2007 appena trascorso e il piccolo Jacob Kogan mangia facilmente gli spaghetti in testa a qualunque altro giovane attore che abbia tentato di ritrarre il male sotto forma di fanciullo, sfornando una prova che ha dell’incredibile per controllo dei mezzi espressivi.
Anche il resto del cast è all’altezza, con i bravi Sam Rockwell e Vera Farmiga che danno vita a una credibilissima coppia in crisi e tutti i ruoli di supporto ben coperti grazie alle intuizioni di Patricia Kerrigan DiCerto in veste di responsabile casting.

Ratliff, conscio del budget, risolve il tutto in fase di scenografia, ripassa Roman Polanski e altri libri di testo d’incubi da interni e mette in scena una quieta, sinistra sovversione, complici anche Rochelle Berliner e un Benoit Debie in ottima forma al reparto luci, già una sicurezza peraltro dai tempi di Calvaire.
La sceneggiatura si snoda lungo percorsi già visti ad nauseam in occasioni del genere ma questo, lungi dall’essere un ostacolo diventa invece occasione per far brillare i pochi twist di scrittura.
E la scelta di evitare tematiche soprannaturali si rivela vincente.

Snobbato dal grande pubblico (complice anche una distribuzione scarsina), Joshua si è conquistato lentamente credito vuoi per il tam tam delle riviste specializzate (quelle serie, intendo), vuoi per alcuni premi e riconoscimenti raccolti a Sitges e al Sundance.
Interessante anche lo score musicale di Nico Muhly.

Visione obbligatoria per chi ama The Omen, Rosemary's Baby e L'Esorcista.


Titolo: Joshua
Titolo originale: Joshua
Nazione: USA
Anno: 2007
Regia: George Ratliff
Interpreti: Sam Rockwell, Vera Farmiga, Celia Weston, Dallas Roberts, Michael McKean, Jacob Kogan

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del film Joshua
Recensione scritta da: Elvezio Sciallis
Pubblicata il 28/05/2008

Concorsi letterarii in Italia
Raccolta racconti Delitti al Thriller Cafè
Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy