Recensione
Il fiume del terrore - 12 Days of Terror

Il fiume del terrore - 12 Days of Terror: visiona la scheda del film La serie di fatti realmente accaduti descritta in questo Il fiume del terrore - 12 Days of Terror, un docudrama televisivo (con conseguente distribuzione internazionale su DVD), è quella alla base del ben più noto Lo Squalo, ma in questo caso gli sceneggiatori e il regista Jack Sholder scelgono di mantenere l’ambientazione storica originale dando vita a un prodotto anomalo non privo di pregi anche notevoli vista la destinazione televisiva.

La meccanica della vicenda rimane invariata nei suoi tratti principali, dall’uomo solo “contro” in cerca di vendetta e rivincita allo squalo visto come minaccia economica per la società oltre che come killer di singole persone fino al lupo di mare considerato un po’ folle dal resto della comunità e così via. Su questa base già nota gli sceneggiatori innestano alcuni elementi melodrammatici fin troppo abusati quali la dualità degli amici fraterni competitivi per la stessa donna e alcuni quadretti comici atti ad alleggerire la tensione.

Il problema principale di Il fiume del terrore - 12 Days of Terror è appunto il fatto che non c’è tensione alcuna da alleggerire. I dodici giorni del titolo sono più che altro di vaga agitazione e più si procede nella vicenda più lo script si avvita in lunghe descrizioni di rapporti e contrasti personali e comunitari che poco hanno a vedere con terrore e squali. Le apparizioni del bestione sono scarse e poco convincenti; la gestione dell’azione mediocre e incapace di destare adrenalina o angoscia.

Complici ottime performance da parte del cast, una fotografia notevole che indulge su toni caldi adatti a esaltare lo stile morbidissimo del regista e infine un reparto costumi e scenografie che svolge in maniera egregia il proprio dovere, la pellicola riesce a intrattenere ma fallisce proprio dove dovrebbe riuscire.

Jack Sholder (Nightmare II: la rivincita, Wishmaster 2 - Il male non muore mai, Arachnid - Il predatore) conferma di possedere ottimo mestiere e mette in atto un insieme di movimenti di camera fluidi, ricchi di inquadrature molto variate e un montaggio finalmente distante dalla febbrile schizofrenia imperante ovunque oggigiorno.

Da segnalare lo zampino di Tommy Lee Wallace (Ammazzavampiri 2, Halloween III: Il signore della notte, Il cacciatore delle tenebre) in sede di sceneggiatura.

Plausi comunque a una produzione televisiva in grado di sfornare un prodotto superiore per confezione a parecchi film da sala.


Titolo: Il fiume del terrore - 12 Days of Terror
Titolo originale: 12 Days of Terror
Nazione: Sudafrica
Anno: 2004
Regia: Jack Sholder
Interpreti: Colin Egglesfield, Mark Dexter, John Rhys-Davies, Adrian Galley, Colin Stinton

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del film Il fiume del terrore - 12 Days of Terror
Recensione scritta da: Elvezio Sciallis
Pubblicata il 07/01/2005

Concorsi letterarii in Italia
Raccolta racconti Delitti al Thriller Cafè
Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy