Recensione
Hellraiser - Non ci sono limiti

Hellraiser - Non ci sono limiti: visiona la scheda del film Hellraiser: Non ci sono Limiti è una di quelle pellicole che hanno fatto la storia del cinema horror degli ultimi anni. Tratta da un racconto lungo (The Hellbound Heart, Schiavi dell’Inferno in Italia) di Clive Barker, che ne è anche il regista, con un budget risicato di 1.000.000 di dollari, si assiste all’avvento sul grande schermo di uno dei più riusciti “eroi” del male.

Dopo i vari Michael Myers, Freddy Krueger, Leatherface, Jason Voorhes, viene introdotto nella filmografia orrorifica il personaggio di Pinhead (sempre interpretato dall'attore Doug Bradley) e la sua schiera di creature diaboliche, i Cenobiti.

La sceneggiatura è modellata piuttosto fedelmente al racconto sopraindicato e grazie al talento visionario del regista riesce persino a superare il risultato raggiunto dall’opera letteraria. Helleraiser, infatti, snocciola una quantità interminabile di scene altamente terrificanti (si va dalle mutazioni fisiologiche di Frank, allo splatter puro con carne lacerata e strappata via da uncini acuminati, passando per uomini trasandati che si cibano di insetti e di vermi) rese ancor più sinistre da atmosfere suggestive.

Nonostante questi ottimi aspetti positivi, vi sono alcune sbavature, specie nella parte finale del film.
In prima battuta il modo in cui la ragazza, interpretata da Ashley Laurence (Red, Hellraiser: Hellseeker, Warlock III, Hellraiser III - Inferno sulla terra, Hellraiser 2 - Prigionieri dell'Inferno), si sbarazza dei cenobiti è tutt’altro che convincente.

In secondo luogo vi sono alcuni aspetti comportamentali poco curati (per esempio la Laurence, verso la fine del film, parla con un uomo che crede essere suo padre nonostante sia evidentissimo che si tratti di un’altra persona con una maschera applicata al volto).

Al di là di questi difetti, su cui si può sorvolare, Hellraiser - Non ci sono Limiti è davvero uno spasso grazie anche a una regia che, senza ricorrere a particolari virtuosismi, si rivela essenziale e capace di suscitare tensione (indimenticabili le sequenze ambientate nell’ospedale con la protagonista che compie un escursione in un’altra dimensione). Barker è, poi, assai bravo nel creare un’atmosfera claustrofobica e nel condire il tutto con un discreto tasso di gore disinteressandosi completamente della censura.

Da quest’ultimo punto di vista è da ricordare la scena del dilaniamento (soprattutto quello finale) operato con le catene ai danni di Frank.

Straordinario il make up, curato da Bob Keen, di cui Barker fa un larghissimo utilizzo, mostrando nei dettagli tutte le evoluzioni anatomiche di Frank. Ottime e abbastanza originali le sembianze dei cenobiti tra i quali si distinguono Pinhead (nei titoli di coda denominato "capo dei cenobiti", dal momento che il nome Pinhead gli fu attribuito solo dopo l’uscita del film), il demone alato (si scorge solo nel bel finale che rimedia parzialmente alla facile eliminazione di tutti gli altri demoni) e i due cenobiti mostruosi che sembrano esser usciti da un fanta-horror (mi riferisco all’essere senza occhi che batte i denti e al mostro che fa la sua prima comparsa in ospedale nel corridoio della misteriosa "altra dimensione").

Le interpretazioni degli attori sono altalenanti, ma tutto sommato accettabili. Il migliore è Doug Bradley (unica presenza costante in tutta la saga), purtroppo nell’occasione utilizzato con il contagocce, visto che i cenobiti qui non sono i veri protagonisti. Tra le prove meno convincenti, invece, è da annoverare l’interpretazione della Laurence che fornisce una prova più adatta a un teen-movie che a un horror di serie A.

Discreta la colonna sonora di Christopher Young, non eccezionale, invece, la fotografia e soprattutto gli effetti speciali relativi alle "scosse elettrice" (!?) di cui si sarebbe fatto volentieri a meno.

Se siete degli horrror dipendenti la presenza di Hellraiser - Non ci sono Limiti nella vostra videoteca è pressoché un obbligo.


Titolo: Hellraiser - Non ci sono limiti
Titolo originale: Hellraiser
Nazione: Gran Bretagna
Anno: 1987
Regia: Clive Barker
Interpreti: Doug Bradley, Andrew Robinson, Claire Higgins, Ashley Laurence

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del film Hellraiser - Non ci sono limiti
Recensione scritta da: Matteo Mancini
Pubblicata il 02/01/2002

Concorsi letterarii in Italia
Il Catalogo delle Bici Elettriche 2018

Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139