Intervista ad Asengard Edizioni

Libri > Interviste > Domenico Nigro intervista il responsabile di una nuova coraggiosa casa editrice

Intervista ad Asengard Edizioni Domenico “DOM” Nigro ha conosciuto per noir Edoardo Valsesia, responsabile della “Asengard Edizioni” di Vicenza (http://www.asengard.it/), una nuova casa editrice specializzata in horror e fantasy.

[La Tela Nera]: Ti sei imbarcato in un’avventura editoriale molto difficile, per non dire proibitiva: il genere horror in Italia ha un mercato scarsissimo, quello fantasy vende solo se si tratta di Harry Potter et similia e la puzza sotto il naso della grande e media editoria aumenta quando si parla di autori italiani. Penso a scrittori come Arona, Nerozzi e la Palazzolo, “penne al vetriolo” che il mondo dovrebbe invidiarci, ma neanche loro navigano nell’oro, per quanto pubblichino per Case come Piemme o Dario Flaccovio. Hai tendenze suicide o solo un gran coraggio imprenditoriale?
[Edoardo Valsesia]: Probabilmente nessuna delle due, semplicemente una gran voglia di fare.
Non posso che darti ragione sul discorso dell'avventura difficile, e te lo dico più da semplice lettore ed appassionato che da editore: negli scaffali delle librerie i libri horror e fantasy sono pochi e "molti di quei pochi" sono di nomi noti importati dall'estero.
In Italia sembra che non ci siano, eccezion fatta per pochi casi, autori in grado di scrivere un buon horror o un buon fantasy ma, mi chiedo, quanto ci si è guardati intorno? Quando Asengard altro non era che un'idea, da buon navigatore e lettore ho girato in lungo ed in largo i siti nei quali dei "perfetti sconosciuti" pubblicano i loro racconti e i loro romanzi: come è ovvio che sia molti di questi hanno ben poco spessore e stili di narrazione molto "essenziali", ma a volere "perdere tempo" a leggere qualche opera in più si trova anche del materiale interessante e, oserei dire facendo forse rabbrividire quelli che definisci come "quelli con la puzza sotto il naso", pubblicabile.
Se sono l'unico ad averlo notato allora non posso che darti ragione riguardo alle tendenze suicide, in caso contrario Asengard inizia ad avere una sua ragion d'essere!

[LTN]: In base a quali parametri verranno selezionate le opere che vorrete pubblicare?
[EV]: Il principio fondamentale è quello del "ci piace/non ci piace": sembrerà una frase ingenua ma, per chi decide di gestire una "piccola bottega artigianale" piuttosto che una "catena di grandi magazzini", è probabilmente il feeling che si ha con l'opera che si sta leggendo il miglior lasciapassare per la pubblicazione. Ovviamente, poi, potrei aggiungerti un'altra lista di questi parametri, ma sicuramente li hai già sentiti dappertutto: stile narrativo, qualità della trama, caratterizzazione dei personaggi, capacità di descrizione di luoghi ed eventi... Senza dubbio un'opera con una trama piatta o con personaggi privi di spessore difficilmente farà scaturire il classico "si"; ma chissà: se un autore riesce a dare l'idea di un personaggio senza usare una sola riga di descrizione, perché bocciarne l'opera solo perché non segue gli schemi? La sperimentazione, almeno in campo letterario, ha sempre dato i suoi frutti!

[LTN]: Il contributo da parte dell’autore, una brutta “moda” che sta imperversando nell’ambito della piccola editoria. Qual’è il tuo pensiero in merito?
[EV]: Non ho un "pensiero" in merito, semplicemente ho deciso di non ricorrere a questo tipo di pubblicazioni. Se un editore si vuol far pagare e, soprattutto, trova autori disposti a sborsare centinaia o migliaia di euro, ben per lui e per l'autore che così ha voluto.
Un'altra cosa che mi sento di dire è che non ho mai sentito una persona scommettere su un cavallo dicendo al fantino "dammi tu i soldi per la scommessa, se vinci dividiamo"!
Non sono uno scrittore, ma credo che sia sempre e comunque da riconoscere l'impegno e la dedizione di uno scrittore nello scrivere un romanzo, a prescindere dal risultato. C'è chi decide di investire del tempo senza sapere se avrà un ritorno, c'è chi invece decide di investire su chi ha investito il proprio tempo davanti alla tastiera di un pc scrivendo pagine e pagine. Per entrambi è un rischio, ma se essere editori fosse il lavoro più sicuro sulla faccia della terra credo che una persona su due sceglierebbe questo lavoro!

[LTN]: Che tipo di contratto proporrete agli autori candidati a pubblicare con voi?
[EV]: Un normalissimo contratto di pubblicazione con il regolare riconoscimento dei diritti all'autore. Un contratto "a zero spese" per l'autore, come dicevo sopra.

[LTN]: Come e dove pensate di distribuire i vostri prodotti? E come li presenterete?
[EV]: Visto che l'avventura è iniziata da poco, alcuni aspetti e alcuni contratti sono ancora da concretizzare. Mi sto comunque muovendo alla ricerca di un buon contratto di distribuzione, e l'idea è quella di presentare ogni libro su tutto il territorio nazionale. Ho già qualcosa per le mani ma, come mio solito, mi farò una visuale a 360 gradi prima di prendere la decisione su chi dovrà caricare sui propri furgoni i volumi targati Asengard.
Per quanto riguarda la presentazione l'incontro diretto con i lettori è ancora oggi il metodo migliore per parlare agli altri del proprio prodotto; nonostante questo, sono in contatto con alcuni webmaster che gestiscono siti web a tema horror/fantasy che si sono detti disponibili a pubblicare nelle loro pagine gli annunci dei libri in uscita: visto che il web sta diventando una piazza sempre più popolata, non vedo perché non sfruttare anche questa possibilità!

[LTN]: Tratterete solo romanzi o anche antologie di racconti?
[EV]: In tutta sincerità, sono uno che crede più nel romanzo che nella raccolta di racconti, siano di un solo autore o di più autori diversi. Nonostante questo sono in valutazione anche alcune raccolte di racconti, e sono prontissimo a fare retromarcia nel caso un autore mi dimostri come anche una serie di racconti possa far nascere quel feeling al quale accennavo sopra.

[LTN]: Come hai organizzato la tua casa editrice? Disponi di uno staff tecnico (editor, correttore di bozze, promoters, grafici etc.) adeguato alla preparazione di un prodotto competitivo?
[EV]: Al momento io mi occupo in prima persona del grosso del lavoro, affiancato esternamente da un commercialista e un legale che si occupa della parte contrattuale.
Anche per la valutazione dei manoscritti non sono solo: attualmente siamo in quattro, e leggiamo tutto quello che gli autori inviano!
Altri elementi esterni sono i grafici che si occuperanno delle copertine dei volumi in uscita. Anche su questo aspetto vogliamo puntare molto per il semplice fatto che la copertina è il “biglietto da visita” del libro: perché non avvalorare il lavoro degli autori con una copertina che sia all’altezza? Tu, personalmente, metteresti mai un vestito brutto su una bella donna?

[LTN]: Quante uscite periodiche prevede il vostro programma editoriale?
[EV]: L’idea è quella di avere due uscite a trimestre, per un totale di otto uscite annuali: i materiali sembrano esserci e la voglia di dar loro la veste di libro anche! Se le cose andranno come mi auguro le uscite potrebbero aumentare o essere comunque più frequenti. Il tutto, ovviamente, senza voler strafare!

[LTN]: Grazie per la disponibilità, Edoardo, e in bocca al lupo per tutti i programmi della Asengard.
[EV]: Grazie a voi.


Condividi la lettura con i tuoi amici!

Intervista ad Asengard Edizioni
Intervista realizzata da: Domenico Nigro
Pubblicata il 09/07/2006

Da Novità in Libreria:

Il Pozzo Capovolto di Simone Corà
I Racconti dell’Inquilino di Andrea Frattali
Dal proprio nido alla vita di Fabio Strinati

Da Interviste Letterarie:

Intervista a Maurizio Campisi: dalla Costa Rica, tra avventura, giallo e denuncia
Quadri maledetti, ore nere e autori horror a Milano: intervista a Yuri Abietti
Un caso di vampirismo molto particolare: intervista a Giulia Bezzi

Concorso letterario Thriller Cafè 2017

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139