Recensione Romanzo Thriller
Il Leopardo

Libri > Recensioni > Il Leopardo, di Jo Nesbø, edito da Einaudi nel 2011 al prezzo di 21,00 euro. Leggi la trama.

Clicca per leggere la scheda editoriale di Il Leopardo di Jo Nesbø Il Leopardo (titolo originale Panserhjerte, ovvero "Cuore corazzato") è un romanzo a metà tra il giallo d’azione e il thriller, imperniato su una suspense costruita ad arte e un mistero davvero impossibile da decifrare prima della rivelazione dell’autore stesso.

La storia si apre con un omicidio molto particolare. In primis perché la vittima non viene uccisa dall’omicida, ma da un suo stesso gesto: tirare una cordicella che le pende dalla bocca.
In bocca le era stato messo, dall’omicida, un aggeggio infernale: una sfera di metallo fornita di un meccanismo a scatto che aziona ben ventiquattro punte di metallo lunghe sette centimetri!
Ciò causa la morte della vittima, che avendo la bocca ostruita dalla sfera non riesce a sputare il suo stesso sangue, e muore annegata.
Una morte orribile, che cela un omicida spietato e rancoroso, una scia di morti atroci e un incidente accaduto in un rifugio situato sulle montagne norvegesi…

Il libro è ben scritto, molto lungo (758 pagine, tantissime per un giallo) ma diviso in capitoletti brevi e rapidi. Ha un ritmo costante, piuttosto lento, che permette di immergersi a fondo in tutte le scene, di respirare l’aria di Oslo o dei rifugi innevati sui monti norvegesi, che permette di avvertire la puzza della bottiglia di Jim Beam, il whisky preferito da Harry Hole, o di sentire l’odore dell’oppio fumato dal Commissario.

Per capire com’è il ritmo narrativo di questo romanzo davvero ben scritto, immaginate di fare una gita in auto in Norvegia, Congo e Hong Kong (sono questi i luoghi dove si svolge la vicenda) a una velocità costante di 40 km/h: abbastanza veloce per accorgervi di muovervi, abbastanza lento per immergervi in ogni istante.

Harry Hole è un poliziotto in un certo senso standard della crime fiction, specialmente in ambito hard boiled: è un duro dal carattere impossibile, alcolizzato e incline alle droghe, portato per l’azione e molto deduttivo. Ma se ciò lo rende un po’ scontato e stereotipato, c’è una cosa che lo rende vivo e apprezzabile, tridimensionale davvero: la sofferenza.

Harry Hole si ubriaca come gli altri detective dell’hard boiled, fuma oppio, ha delle relazioni amorose tormentate e una famiglia travagliata, con un padre malato terminale in un letto d’ospedale, ma al contrario degli altri detective in stile osso duro lui ne soffre, e la sofferenza non è mai affettata o coreografica, ma viva e palpabile.

Gli altri personaggi invece hanno fortune alterne: i personaggi dotati di una certa sofferenza interiore sono molto vivi e palpabili, mentre quelli più "sereni" appaiono un po’ bidimensionali, funzionali allo svolgimento della trama (intricatissima!) più che personaggi veri e propri. Ma la profondità di Hole, di Kaja, di Bellman, e di alcuni indiziati fanno perdonare ampiamente questa piccola lacuna. D’altronde non è facile rendere al meglio tutti quei personaggi.

Un'altra piccola lacuna de Il Leopardo è la quantità di pagine. Sono 758 ma volendo si poteva arrivare anche a 600, tagliando tanti piccoli frammenti non indispensabili qua e là. Il ritmo ne sarebbe stato agevolato.

Se dovessi dare un voto oggettivo da 1 a 10 a questo romanzo di Jo Nesbo, autore norvegese ormai affermato a livello internazionale come scrittore di crime novels (nonché cantante e frontman di una rock band norvegese, i Di Derre), darei un 9.

Personalmente ho apprezzato abbastanza questo libro, ma preferisco in genere letture più brevi e veloci, quasi “schizzate”. In più per quanto l’intreccio sia perfetto e il libro riesca a intrattenere benissimo, avrei preferito una maggior indagine sociale/umana, che invece resta sullo sfondo del perfetto meccanismo a orologeria che è questo romanzo. Se dovessi dare un voto basato sul mio gusto, del tutto soggettivamente, darei un 8-. Buon libro, ma non mi ha cambiato il modo di vedere le cose, non mi ha arricchito di quel qualcosa in più che cerco nei libri, e che spesso trovo nel pulp e nel noir più impegnati.

Consigliato:
- a chi ama immergersi in una lettura lunga e ricca di interrogativi
- a chi non ha fretta
- a chi infondo cerca solo una storia studiata al millimetro e perfettamente funzionante
- agli amanti del giallo classico con il fatidico interrogativo “chi è l’assassino?” senza però rinunciare a una buona dose d’azione
- agli amanti dei paesaggi nordici e delle storie che affondando nel lato più rancoroso e spietato dell’animo umano

Sconsigliato:
- a chi cerca letture veloci, brevi e rapide
- a chi legge per puro svago senza volersi impegnare neanche un minimo
- alle persone facilmente impressionabili. Ci sono diverse scene particolarmente cruente
- a chi cerca in un “crime novel” un indagine sociale forte, e non solo di sottofondo
- a chi non ne può più del poliziotto alcolizzato/perdente/sfigato/dall’animo buono (anche se comunque ben riuscito)


Recensione originale apparsa sulla rivista letteraria Fralerighe nel mese di febbraio 2012.

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del libro Il Leopardo
Recensione scritta da: Aniello Troiano
Pubblicata il 18/03/2012

Da Novità in libreria:

Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella
3:33 di Danjel Maraniello
L'Accolita dei contisani di Marica Petrolati

Da Recensioni Letterarie:

3:33 di Danjel Maraniello
Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella
L'Accolita dei contisani di Marica Petrolati

Concorsi letterarii in Italia

Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy