Recensione Romanzo
Incontro a Daunanda

Libri > Recensioni > Incontro a Daunanda, di Giancarlo Narciso, edito da Dario Flaccovio Editore nel 2006 al prezzo di 14.50 euro. Leggi la trama.

Clicca per leggere la scheda editoriale di Incontro a Daunanda di Giancarlo Narciso Dopo Le zanzare di Zanzibar e Singapore Sling (con cui l’autore ha vinto il prestigioso Premio Tedeschi nel ’98), con Incontro a Daunanda si completa la trilogia di Narciso che vede protagonista Rodolfo Capitani. Purtroppo non ho letto i romanzi precedenti e non posso fare confronti, ma in fondo non ce n’è bisogno: questo è un bel libro e tanto basta. Del resto, dico “purtroppo” non a caso: confesso che m’è venuta voglia di leggere qualcos’altro di Narciso, anche più di quanto in parte mi aspettassi. Pur essendomi infatti accostato alla lettura bendisposto, invogliato anche dalla vittoria riportata dal romanzo allo Scerbanenco 2006 (forse il miglior viatico possibile per un italiano), davvero non pensavo che questo libro riuscisse a prendermi tanto. Ma che non avrei potuto staccarmi facilmente dalle pagine l’ho capito piuttosto presto, o meglio, l’ho capito dopo la prima ora volata come niente fosse, mentre lo stomaco protestava per la fame e la voglia di fregarsene e restare a Lombok era tanta. Due giorni contati, tanto è durata poi la mia escursione in Indonesia, e quando ne sono tornato è stato come rientrare da un viaggio vero, con quel bagaglio di rammarico che sempre ti prende quando lasci un posto che ti piace e che sai di non aver conosciuto abbastanza. Sì, perché il libro di Narciso ti trasporta lontano, ti fa evadere, e ci riesce con estrema facilità, forte di scrittura semplice ma incisiva, di una location che più esotica e accattivante non si può e di un personaggio che cattura subito le simpatie del lettore. In particolare, forse è proprio Rodolfo l’arma in più. Cinico quanto necessario, Capitani è un uomo disincantato, un fuggitivo dal mondo occidentale alla ricerca di una pacificazione interiore che neanche un paradiso orientale può dargli fino in fondo, perché di paradisi al mondo non ce ne sono, da nessuna parte. Non interi, almeno: al massimo degli spicchi. Il suo forse Rodolfo non lo troverà nemmeno a Daunanda, però lui ha ancora voglia di cercarlo e tentare una nuova avventura.
Come si fa a non essergli solidali?
Detto questo, sembra quasi che la trama non conti molto, e in effetti potrebbe anche essere così, ma per chi avrà la fortuna di leggere il romanzo sarà evidente come pure il plot sia all’altezza del resto.
Una prova convincente in tutto, questa di Narciso: Incontro a Daunanda è un libro che merita di essere letto, e che spero farà bella mostra di sé nelle vostre biblioteche. Complimenti sinceri all’autore e alla Dario Flaccovio Editore che l’ha pubblicato.

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del libro Incontro a Daunanda
Recensione scritta da: Giuseppe Pastore
Pubblicata il 26/03/2007

Da Novità in libreria:

Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella
3:33 di Danjel Maraniello
L'Accolita dei contisani di Marica Petrolati

Da Recensioni Letterarie:

3:33 di Danjel Maraniello
Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella
L'Accolita dei contisani di Marica Petrolati

Concorsi letterarii in Italia

Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139