Natale > Racconti e Storie > Notte Sacra

Notte Sacra

Un racconto sul Natale scritto da Erika Adale

In mezzo alla radura gli uomini stretti in candidi mantelli cantavano, intrecciando le voci profonde al bubolare dei gufi. Erano disposti a spirale, all’interno ondeggiavano gli anziani appoggiati a bastoni ritorti, all’esterno i giovani si concentravano a occhi chiusi. Il più piccolo era un bimbo biondo che sbuffava e si guardava attorno, incantato dalle entità che brulicavano nella notte. Uno scappellotto e un’occhiata severa lo riportarono all’ordine.
Il bosco era coperto di neve, una coltre cristallina che rifletteva la luce argentea della luna.
Tre notti erano trascorse dal giorno in cui il sole pare sfuggire nelle tenebre e l’astro aveva ripreso il suo lento cammino in contro alla Terra. Il mondo non sarebbe perito nel buio di un eterno inverno, la primavera sarebbe tornata ancora una volta a illuminare la vita. Era la Notte Sacra, in cui le creature della foresta gioivano e rendevano grazie. I lupi ululavano in lontananza, i cervi bramivano possenti. Gli orsi sospiravano nel sonno profondo e sognavano di svegliarsi nel tepore di un raggio dorato.
A mezzanotte lo spazio e il tempo si sarebbero ripiegati in un solo luogo e istante, un battito del cuore in cui l’infinito si sarebbe dischiuso ai sensi dei saggi. Il druido più anziano s’inginocchiò nella neve, seguendo il fluire dell’aria nella gola e accordando il respiro con il ritmo sempre più ossessivo del canto.
Il bimbo approfittò della distrazione dei Maestri per sgattaiolare all’inseguimento di un’ombra che piroettava sulla brezza della notte. Lo spirito scivolava veloce ma, non appena il piccolo restava indietro, si fermava ad attendere guizzando impaziente.
Rincorrendosi raggiunsero il margine meridionale della foresta, dove il bimbo si fermò a prendere fiato. Un rumore lo spinse ad acquattarsi dietro una roccia. Con il cuore che batteva furioso, vide centinaia di uomini armati di spade e lance marciare al seguito di aste di legno dalle quali grandi aquile di bronzo sembravano spiccare il volo.

Il druido percepì il proprio corpo dissolversi nel canto, la mente si spalancò al flusso del Tempo. Le stelle nel cielo erano ancora quelle della Notte Sacra, ma non avrebbe saputo dire dove si trovava. Alberi senza vita e senza profumo, coperti di sfere cangianti , esplodevano in gelide fiammate colorate. Folle furiose, consumate dalla frenesia e dalla cupidigia, si aggiravano per strade di roccia grigia . Una luce lattea inondava ogni cosa, l’aria risuonava di musiche inquietanti. Individui satolli rifiutavano nauseati tavolate traboccanti di cibo, cadaveri di bestie venivano lasciati imputridire dopo aver sacrificato la vita alla voracità dell’uomo. Un vecchio pazzo vestito color sangue frustava nobili animali dalle lunghe corna e rideva sguaiato.
L’Anziano gridò terrorizzato, riaprì gli occhi e vide i volti preoccupati dei compagni chini sul suo corpo ancora squassato dalle convulsioni. Gli raffreddarono la fronte con la neve e recitarono incantesimi per riportare la sua mente alla calma.
“Cos’hai visto, o venerabile?” osarono chiedere titubanti non appena smise di tremare.
“Vi racconterò ” gemette. Poi si guardò attorno preoccupato. “Dov’è finito mio nipote Merlino?”


L'Autrice:
Erika Adale: nata a Varese nel 1973, lavoro come medico rianimatore nell'ospedale cittadino e collaboro con associazioni di volontariato sanitario. Lettrice compulsiva da sempre, scrivo racconti fantasy che dal 2010 ho il coraggio di gettare nella Rete.

Concorsi letterarii in Italia
Raccolta racconti Delitti al Thriller Cafè
Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy