Segni premonitori nell’infanzia e nell’adolescenza di futuri serial killer

Serial Killer > Wiki > È possibile cogliere dei segnali premonitori nel comportamento di bambini e adolescenti che rischiano di diventare assassini seriali?

Segni premonitori nell’infanzia e nell’adolescenza di futuri serial killer Per la prevenzione degli omicidi - e degli stupri - seriali sarebbe fondamentale stabilire se siano individuabili segni premonitori, nell’infanzia e nell’adolescenza dei serial killer e degli stupratori sessuali, che avrebbero potuto far comprendere in che cosa si sarebbero trasformati da adulti.

Michael Newton, in Serial Slaughter: What's Behind America's Murder Epidemic del 1992, ha evidenziato queste possibili caratteristiche comuni:

- La Triade di MacDonald. Presenza cioè nel soggetto, il più delle volte contemporanea in età infantile, di enuresi, atti di piromania e atti di crudeltà verso gli animali che si sposta spesso nell’adolescenza verso i bambini e i più deboli.

- L'isolamento sociale e precoci fantasie sessuali. Per dimenticare un mondo reale in cui subisce rifiuti, umiliazioni e abusi di ogni tipo, il futuro serial killer fin da bambino si rifugia in un mondo fantastico, connotato da sesso e violenza.

- L'attività sessuale precoce e bizzarra. Manifestazioni precoci di sessualità violenta e abusiva nei confronti di altri e utilizzano materiale pornografico.

- I danni neurologici. Danni provocati da ferite o malattie che causano forti mal di testa, attacchi epilettici e scarsa coordinazione muscolare. In seguito a traumi cranici, possono insorgere comportamenti aggressivi.

- La difficoltà di apprendimento. Le privazioni, i danni neurologici e gli abusi psicologici, fisici e sessuali contribuiscono a creare il fallimento scolastico che in età adulta si ripercuoterà in quello lavorativo.

- I comportamenti autodistruttivi e irregolari. I più comuni sono: bisogno immotivato e cronico di mentire, ipocondria e comportamento camaleontico.

- Numerosi problemi con le autorità e di autocontrollo. Incapacità a seguire le regole e a tollerare le restrizioni.

- L'ossessione per il sangue e la morte.

- I piccoli furti. Soprattutto sottrazione di biancheria intima o oggetti per alimentare le fantasie sessuali.

- Il precoce abuso di stupefacenti e alcolici.

A tutti questo si aggiunge il fatto di crescere in una famiglia problematica.


Condividi la lettura con i tuoi amici!

Segni premonitori nell’infanzia e nell’adolescenza di futuri serial killer
Articolo scritto da:
Pubblicato il 25/04/2013

Da Il mondo dei Serial Killer:

Serial killer per induzione (by Proxy): quando l'assassino è un burattinaio
Serial killer atipici: forme particolari e non comuni di omicidio seriale
Razze, Razzismo e false certezze

Da Leggende Metropolitane:

Elvis Presley è vivo! ...e altre leggende sul Re del Rock dal 1977 a oggi
Cannibali metropolitani: i mangiatori di uomini che vivono nelle città
Ozzy Osbourne, storie e miti da incubo per l'artista simbolo del metal

Master Gestione Rifiuti di TuttoAmbiente.it
Scuola di Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti di TuttoAmbiente.it
La storia del serial killer Andrei Chikatilo

La storia del serial killer Robert Berdella

La storia della serial killer Leonarda Cianciulli

La storia del serial killer Jeffrey Dahmer

La storia del serial killer Ted Bundy

La storia del serial killer Charles Manson

La storia del serial killer Albert Fish

La storia del serial killer Ed Gein

La storia del serial killer Aileen Wuornos

La storia del serial killer Richard Ramirez

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139