Carl Brandt, la storia del serial killer

Nome Completo: Carl Brandt

Soprannome: Charlie

Nato il: 1957

Morto il: 15 settembre 2004

Vittime Accertate: 3

Vittime Presunte: 20+

Modus Operandi: Smembra talvolta i corpi delle sue vittime dopo averle uccise a coltellate, decapitandole, rimuovendo i seni ed estraendo il cuore dal petto.


Quando si parla di serial killer è molto improbabile restare indifferenti. Le loro storie terribili di morte e malattia colpiscono duro e senza pietà, lasciando spesso un sapore amaro in gola difficile da mandar via.

E questo vale soprattutto quando si viene a scoprire che l'assassino di turno avrebbe potuto essere fermato anni prima delle sue crudeli e letali gesta ma, spesso grazie a fortuite coincidenze, all'amore di qualcuno che lo ha coperto, o all'ingenuo buonismo di certi ambienti e sentenze, è riuscito invece a farla franca arrivando poi in seguito a fare ciò che lo ha reso tristemente noto.

Questo è il caso di Carl "Charlie" Brandt, sicuramente uno degli assassini seriali meno noti tra quelli trattati su fino a oggi LaTelaNera.com ma forse tra i più perversi e impenetrabili.

Un killer che si è rivelato come tale agli occhi del mondo solo dopo la sua morte, quando gli sono stati collegati 4 omicidi e la sua firma seriale è stata notata in decine di altri, dando vita a numerose supposizioni sulla reale vastità del suo sanguinario operato...


Carl "Charlie" Brandt: un'infanzia di morte

La storia di Carl Brandt, figlio di immigrati tedeschi - nato nel 1957 a Fort Wayne (nello stato dell'Indiana, USA) - non presenta molti degli elementi classici che di solito si trovano nella solitamente triste infanzia di un futuro serial killer, anche se vanno rilevati una certa timidezza e una serie di traslochi in giro per gli USA che non gli permettono di consolidare amicizie durante i suoi primi anni di vita.

Il primo, terribile incontro di Carl con la morte avviene il 3 gennaio 1971 quando lui, insieme alla sua famiglia (3 sorelle, il padre e la madre), torna a casa dopo due settimane di vacanza in Florida.
Il ragazzo, appena tredicenne, appare silenzioso e turbato: il padre ha recentemente ucciso il suo cane durante una battuta di caccia e Carl pensa molto a questo episodio. Oltretutto ha difficoltà con alcuni compiti scolastici e fatica a mantenere la sua media di voti, peraltro brillante come suo solito.

A un certo punto della sera, senza dire nulla alle sorelle, quasi in stato di trance, prende la 9mm del padre, penetra nel bagno dei genitori e spara a entrambi. L'uomo resta ferito gravemente (ma sopravviverà), sua madre invece - incinta all'ottavo mese - rimane uccisa.

Interviene la sorella maggiore (Angela) che prima riesce a calmarlo promettendogli di scappare insieme per evitare la cattura e poi si rifugia dai vicini chiamando la polizia.

Il Grand Jury determina che al momento Charlie non era responsabile per le sue azioni e condanna il ragazzo (che nel frattempo aveva già passato 4 mesi in prigione) a un anno presso una clinica psichiatrica, ribadendo che, secondo alcuni esperti, il soggetto, in condizioni di stress, avrebbe potuto ripetere il gesto.

Il padre (Herbert) è costretto in un letto d’ospedale per più di un mese e quando esce si trasferisce con le tre figlie in un appartamento, non riuscendo a sopportare di vivere nella casa dove è morta sua moglie.

Angela passa da ottimi voti a un vero e proprio tracollo, abbandonando poco dopo la scuola. In famiglia non si parla dell’evento, Herbert visita con regolarità il figlio che non riesce a fornire un motivo per quanto è accaduto e, quando Carl esce dall’istituto al termine dell’anno di pena, viene riaccolto con calore e amore in famiglia.

Una foto artistica di Charlie Brandt, serial killer


Carl "Charlie" Brandt: il ritorno alla normalità

Passano i mesi e l’omicidio è seppellito, dimenticato: il padre si risposa e si trasferisce (con le due figlie più piccole) nuovamente a Fort Wayne dopo un periodo in cui i 5 avevano vissuto a Ormond Beach mentre Charlie e Angela scelgono di rimanere in Florida.

Charlie torna a frequentare la scuola con ottimi voti e sembra molto più rilassato e in grado di socializzare con facilità: di fatto è uno studente modello, capace, metodico e preciso.

A ottimi voti seguono ottimi posti di lavoro (tecnico radar per importanti compagnie) con frequenti viaggi all’estero.

Nel 1985 Charlie incontra Theresa Helfrich (Terri) e un anno dopo, senza invitare nessuno dei suoi parenti, la sposa.

Brandt è ancora molto legato alla sorella e prima del matrimonio le chiede consigli sull’opportunità di dire o meno alla sua futura moglie quel che aveva fatto a tredici anni.
Angela naturalmente lo invita a non avere segreti con Theresa ma, pur non essendo un dato certo, si suppone che Carl non abbia mai seguito il suggerimento.

Capitoli: 1 2 3

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Dossier scritto da:
Elvezio Sciallis

Da Il mondo dei Serial Killer:

Serial killer per induzione (by Proxy): quando l'assassino è un burattinaio
Serial killer atipici: forme particolari e non comuni di omicidio seriale
Razze, Razzismo e false certezze

Da Serial Killer Dossier:

Robert Black
Anthony Hardy
Steve Wright

Il Catalogo delle Bici Elettriche 2018

La storia del serial killer Andrei Chikatilo

La storia del serial killer Robert Berdella

La storia della serial killer Leonarda Cianciulli

La storia del serial killer Jeffrey Dahmer

La storia del serial killer Ted Bundy

La storia del serial killer Charles Manson

La storia del serial killer Albert Fish

La storia del serial killer Ed Gein

La storia del serial killer Aileen Wuornos

La storia del serial killer Richard Ramirez

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139