William Bonin (pagina 3)

William Bonin: dopo la prigione
Nonostante i vari trascorsi le autorità non collegano i dati e William Bonin viene liberato un'altra volta. Ne esce con la convinzione che non lascerà mai più in vita le sue vittime.

Ora serve solo un'ultima spinta, quella che darà al futuro serial killer la sensazione di onnipotenza.
E la spinta arriva nemmeno un anno dopo la sua scarcerazione: Bonin viene beccato in flagrante dalla polizia mentre stupra un ragazzo.
Viene nuovamente arrestato ma, per qualche incredibile colpo di (s)fortuna (scambio o smarrimento di documenti legali) viene rilasciato in attesa del processo.
Ciò fa sentire Bonin intoccabile e l'uomo non si presenterà in corte il giorno del processo, scomparendo nel sottobosco criminale di Los Angeles.

William Bonin: Freeway Killer (il Killer dell’Autostrada)
I tempi sono maturi per la nascita dell'assassino seriale che sarà conosciuto col soprannome di Freeway Killer, responsabile di un numero imprecisato di morti, fra le 14 e le 36 vittime in pochi anni di attività.

Attività che, invece, esula dallo schema normale dei killer di questo tipo, in quanto Bonin usa di volta in volta collaboratori occasionali o meno, che diventano suoi complici sia nelle violenze che negli omicidi.
Collaboratori che, pescati nell'ambiente criminale dove Bonin si rifugia, meriterebbero capitoli a parte perché troviamo tipi interessanti come Vernon Butts, che affermava di essere un potente negromante e aveva l'abitudine di dormire dentro una bara.

Il modus operandi di Bonin è piuttosto semplice: percorre le strade di Los Angeles e dintorni fermandosi a raccogliere prostituti e giovani autostoppisti che in seguito immobilizzerà, stuprerà, torturerà e ucciderà, lasciando poi, spesso, i cadaveri a bordo strada.

Questo killer ha un target ben preciso e con un range di età molto basso, dai 12 ai 18 anni e le autorità ebbero non pochi problemi a indagare sui casi perché in quegli anni da quelle parti operavano ben tre serial killer diversi che spartivano più o meno lo stesso modus operandi e target, rendendo mortali le strade della contea di L.A. e mietendo un totale di oltre 130 vittime.

Capitoli: 1 2 3 4 5 6

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Dossier scritto da:
Elvezio Sciallis

Da Il mondo dei Serial Killer:

Serial killer per induzione (by Proxy): quando l'assassino è un burattinaio
Serial killer atipici: forme particolari e non comuni di omicidio seriale
Razze, Razzismo e false certezze

Da Serial Killer Dossier:

Robert Black
Anthony Hardy
Steve Wright

Il Catalogo delle Bici Elettriche 2018

La storia del serial killer Andrei Chikatilo

La storia del serial killer Robert Berdella

La storia della serial killer Leonarda Cianciulli

La storia del serial killer Jeffrey Dahmer

La storia del serial killer Ted Bundy

La storia del serial killer Charles Manson

La storia del serial killer Albert Fish

La storia del serial killer Ed Gein

La storia del serial killer Aileen Wuornos

La storia del serial killer Richard Ramirez

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139