Recensione Romanzo Thriller
Il nascondiglio della farfalla

Libri > Recensioni > Il nascondiglio della farfalla, di Ippolita Avalli, edito da Mondadori nel 2014 al prezzo di 13,60 euro. Leggi la trama.

Clicca per leggere la scheda editoriale di Il nascondiglio della farfalla di Ippolita Avalli Sulle pagine di LaTelaNera.com recensiamo oggi l'ultimo romanzo di Ippolita Avalli, Il nascondiglio della farfalla, edito da Mondadori per la collana Omnibus.

Nel corso degli anni, la scrittrice ha cambiato spesso case editrici e generi letterari, tra i suoi romanzi: Aspettando Ketty (Feltrinelli 1982), L’infedele (Rizzoli 1988), Dea dei baci (Baldini&Castoldi, finalista premio Strega 1997) e Amami (Baldini&Castoldi 199).
Da Feltrinelli sono usciti Nascere non basta (premio città di Bari 2003), Mi manchi e la ristampa di Dea dei Baci, che costituiscono una trilogia. I suoi libri sono pubblicati nei maggiori Paesi europei. Come sceneggiatrice ha collaborato a La città delle donne di Federico Fellini.

In realtà trovo che queste opere abbiano tutte un filo conduttore: il complesso universo femminile in tutte le sue micro-sfaccettature, dall'aspetto psicologico alla ricerca della propria identità.

Questa volta con Il nascondiglio della farfalla la scrittrice si cimenta con un thriller accattivante che ruota sempre intorno a personaggi femminili. L'empatia al romanzo è immediata. La Avalli sa come tenere il lettore incollato alla trama. Il romanzo è un inno alla donna, alle sue debolezze e alle sue forze.

Il personaggio di Sandra Kapsa è approfondito in ogni particolare e assume il ruolo di protagonista. La sua presenza emerge, relegando ai margini qualsiasi altro soggetto, dalla ragazza scomparsa al vicecommissario che la supporta. Non è la classica trama – ormai consolidata, peraltro – del poliziotto di turno che indaga e sul quale si ricama ad hoc una vita travagliata (tipo Joe Nesbo e il suo Harry Hole o Camilleri con il commissario Montalbano).

La scrittrice sonda l'animo umano e le sue complessità e quando ti sembra di aver capito dove vuole andare ad ammarare, fa improvvisamente un cambio di rotta e ti trovi ancora in altomare, alla ricerca di un colpevole.

Senza correre il rischio di spoilerare, trovo un po' forzate alcune azioni che sembrano doverosamente legate ad uno studio approfondito di entimologia, che non compromettono però la trama nella sua globalità.

Il nascondiglio della farfalla punta il dito sull'impotenza delle forze dell'ordine quando si tratta di stalking o di pedofilia e quanto sia più facile curare che prevenire un cancro così diffuso come questo, che può essere preso in considerazione solo se esiste un reato.

C'è ancora molto da cambiare e il romanzo di Ippolita Avalli sembra volercelo ricordare.
L'ora del silenzio è finita. È ora di parlare.

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del libro Il nascondiglio della farfalla
Recensione scritta da:
Pubblicata il 02/03/2014

Da Novità in libreria:

Teoria dell'orrore. Tutti gli scritti critici di H.P. Lovecraft
Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella
3:33 di Danjel Maraniello

Da Recensioni Letterarie:

Teoria dell'orrore. Tutti gli scritti critici di H.P. Lovecraft
3:33 di Danjel Maraniello
Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella

Concorsi letterarii in Italia

Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy