Recensione Romanzo Horror
Mary Terror

Libri > Recensioni > Mary Terror, di Robert R. McCammon, edito da Gargoyle Books nel 2010 al prezzo di 16 euro. Leggi la trama.

Clicca per leggere la scheda editoriale di Mary Terror di Robert R. McCammon Robert R. McCammon è autore in grado di raccontare l’Orrore nelle sue declinazioni più svariate: da lupi-mannari-agenti-segreti a vampiri e demoni ancestrali, fino alla sua incarnazione più realistica e impegnata, come nel caso di questo Mary Terror.

Qui l’Orrore è manifesto e si dimena nel cervello di una donna spaventosamente sola – in ogni senso.
E McCammon dimostra di essere davvero scrittore di razza nel dipingere il mondo attraverso la focalizzazione interna su Mary – laddove troppo spesso i tentativi di focalizzazione su mente malata si risolvono in banali deragliamenti stilistici.

McCammon invece è lucidissimo, e non concede spazio a nulla: non c’è giustificazione, né accusa. Ma Mary è senza alcun dubbio una vittima, vittima del lato oscuro e meno pubblicizzato di quegli anni di rivolta. E vedere la storia attraverso gli occhi di una vittima porta inevitabilmente a un certo livello di empatizzazione.

Tuttavia non si può giungere a desiderare la redenzione di Mary (è troppo, troppo tardi), quindi non si può che tentare inconsciamente di accettare quello che sta facendo – ma quello che sta facendo è inaccettabile, il lettore lo sa bene, e si rende conto che il suo senso del giusto vacilla.

E dall’altra parte la rivale di Mary, la vera madre del bambino, Laura: Laura che fa donazioni alle Associazioni per l’assistenza ai senzatetto, che vive in una bella casa con l’allarme inserito e la musica di Chopin, Laura che gli anni Sessanta li vede come tragici, non romantici, come l’agonia di una civiltà: e non ha più senso, allora, combattere il – quale? – sistema. Laura è cresciuta. E allora il bambino – la nascita – diventa simbolo di una ragione di vita, di un senso per entrambe le donne, di una possibilità, forse l’ultima, di futuro.

Mary Terror è, come i migliori libri, molte storie in una. Potete leggerlo come angosciante thriller sul rapimento di un bambino da parte di una pazza criminale, con cadaveri, granate e proiettili che volano; ma anche come romanzo sociale che dipinge in maniera spietata lo scontro tra due Zeitgeist: quello dei focosi e appassionati anni Sessanta e quello patinato, lustro e mitopoietico a tutti i costi degli Ottanta, che assimilano e ribaltano le stesse persone di allora, che sostituiscono come per un gioco di prestigio gli hippie che inneggiano a un mondo di fratellanza con gli yuppie il cui unico cardine valoriale è il denaro.

Ma soprattutto Mary Terror è una storia di sogni: sogni individuali che diventano incubi (con una facilità spiazzante quando i sistemi di riferimento attorno a te cambiano senza che tu li possa controllare) e sogni collettivi che semplicemente muoiono.

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del libro Mary Terror
Recensione scritta da: Daniele Bonfanti
Pubblicata il 22/07/2010

Da Novità in libreria:

Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella
3:33 di Danjel Maraniello
L'Accolita dei contisani di Marica Petrolati

Da Recensioni Letterarie:

3:33 di Danjel Maraniello
Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella
L'Accolita dei contisani di Marica Petrolati

Concorsi letterarii in Italia

Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy