Il Buio ha un Maestro: intervista a Roberto Blandino

Libri > Interviste > LaTelaNera.com ha provato a strappare qualche segreto oscuro a Roberto Blandino, autore del romanzo Il Maestro del Buio

Il Buio ha un Maestro: intervista a Roberto Blandino [LTN]: Ciao Roberto, benvenuto su LaTelaNera.com. Presentati ai nostri lettori: chi sei, cosa fai, cos'hai scritto, in quale ambito crei?
[RB]: Sono torinese di nascita, ho 42 anni e come tanti altri sono un nomade. Cerco la mia strada ed evolvo, come uomo, come padre... e perché no, come scrittore a tempo perso.

[LTN]: Parlaci del tuo libro Il Maestro del Buio. Quando hai avuto le prime idee? Quando hai cominciato a lavorarci? Quanto tempo ha richiesto la sua scrittura?
Il Maestro del Buio è stata la mia seconda opera. Prima avevo scritto Viaggi oltre lo specchio, uno studio sull'esoterismo parzialmente autobiografico. Quel lavoro mi ha dato l'idea di creare un personaggio, Gabriel Delacroix, che, in un modo o nell'altro, dovesse avere a che fare con i più classici degli interrogativi dell'uomo in chiave, come dire, non convenzionale. In effetti, Il Maestro del Buio è forse più un percorso iniziatico che un vero e proprio romanzo, anche se narrato sotto la veste di un thriller, con tanto di colpo di scena finale. Ho cominciato la sua “progettazione” tre anni fa, e mi ha richiesto una lunga gestazione e parecchi mesi per la sua stesura definitiva.

[LTN]: Di cosa parla il tuo libro? Si tratta di un'opera destinata a un lettore ben preciso? Qual è la sua caratteristica che lo rende più interessante e unico rispetto a tanti altri sul mercato?
Non credo di avere un target preciso. In realtà scrivo libri che vorrei leggere e che mi portino a esplorare lati di me stesso che ancora non conosco, attraverso le parole e le avventure dei miei personaggi. Credo che i temi affrontati e le dinamiche all'interno delle mie storie possano appassionare e interessare potenzialmente chiunque e allo stesso tempo nessuno. Il Maestro del Buio, superficialmente, può essere letto come un thriller con elementi esoterici, riguardo le indagini di Gabriel Delacroix, un ricercatore universitario ed ex agente del Servizio di Informazione del Vaticano, di cui era uno dei pochissimi membri laici. Il passato del protagonista è per lo più sconosciuto, ma verrà parzialmente rivelato nel corso del romanzo e di quelli che lo seguono e lo seguiranno in futuro. Nonostante non sia più un menbro attivo del S.I.V., in questa prima avventura, le sue competenze verranno richieste per risolvere una crisi all'interno dei Servizi Segreti italiani.
Gabriel intraprenderà quindi una strenua ricerca attraverso i punti chiave della Torino esoterica, fino all'inaspettato confronto finale con il misterioso Demiurgo e le creature del buio che egli domina.
Per rispondere alla terza domanda, non so se sia un'opera più interessante di altre, non sta a me dirlo e il mio giudizio sarebbe giocoforza parziale, credo però che sia un libro particolare che pur giocando all'interno di un filone letterario abbastanza sfruttato, abbia comunque un approccio originale e per nulla scontato. Penso che i lettori lo abbiano favorito proprio per questo.

[LTN]: Hai pubblicato in autonomia con Amazon: come sei arrivato alla scelta dell'autoproduzione? Quali ritieni siano i suoi vantaggi rispetto alla pubblicazione con una casa editrice?
È una domanda complessa alla quale rispondere. Occorre affrontare la realtà: il mercato italiano è piatto e questo per due motivi. Il primo è dovuto all'attuale situazione socioeconomica e politica, il secondo è la scarsa propensione alla lettura del popolo italiano, il cui 50% non legge nemmeno un libro all'anno. In questo contesto le case editrici arrancano.
Non c'è spazio per gli autori esordienti ed emergenti. Le piccole case editrici che vorrebbero dare spazio al nuovo, se comunque non chiedono un contributo agli autori, comunque hanno grosse limitazioni nella promozione e diffusione dei loro titoli. Le grandi, d'altro canto, difficilmente investono sui nuovi nomi, e preferiscono investire le loro finanze in nomi a basso o bassissimo rischio.
È tutto condivisibile, sinceramente.
Il self publishing ha senz'altro mescolato le carte in tavola. È come se fosse stata aperta una porta su un nuovo mondo di possibilità, ma è anche vero che non c'è alcuna selezione all'ingresso.
Sinceramente, chiunque voglia pubblicare una sua opera, in cuor suo pensa di non avere nulla da invidiare ai grandi nomi. Tutti pensano di avere diritto alla fama e alla fortuna economica, ma la verità è che non tutti hanno i numeri per riuscire. La fortuna gioca senz'altro il suo ruolo, ma occorre talento e moltissimo impegno, perché se da un lato è vero che il self publishing offre a chiunque la possibilità di pubblicare i propri lavori, proprio per questo il mercato è stato invaso da decine e decine di migliaia di titoli, con sempre meno lettori.
Personalmente faccio visionare e giudicare ogni libro che pubblico da più agenzie letterarie. Nel caso de I Figli di Dio, la seconda avventura di Gabriel, l'ho inviato a tre agenzie diverse, fino a tre volte, ogni volta corretto secondo le loro indicazioni. Avere un giudizio super partes credo sia fondamentale. Discorso analogo per l'editing, spesso ignorato dagli autori. In pratica occorre preoccuparsi in prima persona di ogni aspetto. È una sfida esaltante o frustrante, ma che credo valga la pena di affrontare, per crescere. Allo stesso tempo, però, si è soli ed esposti in prima persona. Farsi un nome è un processo lungo e difficile. Bruciarsi, invece, è facilissimo.

La copertina del romanzo Il Maestro del Buio[LTN]: Chi ha curato la copertina del tuo libro?
Io. Photoshop è una preziosa risorsa, così come shutterstock per le immagini...

[LTN]: Il volume, uscito ormai un anno fa, è stato un buon successo. Tante settimane nelle classifiche di Amazon e oltre mille copie vendute. Chi ne ha curato la promozione? Hai fatto tutto da solo o ti sei affidato a terzi? Che canali hai battuto per avere visibilità?
Ho fatto tutto da solo. Come ti dicevo, a parte la valutazione e la correzione del manoscritto, ho dovuto fare tutto io. I social network, allo stesso tempo, sono un buon veicolo di promozione. La rete offre infinite possibilità, se le sai sfruttare e il passaparola ha sempre un ruolo di primo piano.

[LTN]: Il Maestro del Buio è solo il primo libro di una serie. Ci puoi parlare dei romanzi che gli hanno fatto seguito? Hanno avuto lo stesso successo?
A Il Maestro del Buio sono seguiti I Figli di Dio e I Figli delle Tenebre. In realtà, apparentemente, questi due romanzi sembrano scollegati dal primo, ma non è così. Sono tutti collegati, anche se molti sviluppi sono in itinere.
Sono due nuove indagini che vedono coinvolto Gabriel Delacroix, la prima su incarico del Vaticano e la seconda su incarico dell'Interpol. Ne I Figli i Dio, qualcuno ha trucidato lo staff di un radiotelescopio del Vaticano, lasciando una scia di simboli esoterici dietro di sé. Gli indizi porteranno al luogo dove riposa l'Arcangelo Uriel, di qualsiasi cosa si tratti e Gabriel dovrà dare fondo a tutte le sue risorse per uscirne vivo. Ne I Figli delle Tenebre, Gabriel deve indagare su una serie di delitti compiuti a imitazione dei tarocchi, commessi lungo il Cammino di San Michele Arcangelo. Le implicazioni saranno “apocalittiche”...
Direi che entrambi i romanzi hanno avuto un buon successo di pubblico e sono tutt'ora in auge, visto che, complice anche il periodo estivo appena passato, la trilogia ha venduto più di 4.000 copie, quasi tutte negli ultimi mesi. La partenza è stata in sordina, ma come hai gentilmente ricordato, sono stati ai vertici delle classifiche di Amazon per oltre tre mesi. Trattandosi degli ebook di un autore emergente, direi che si tratta di un successo che mi lusinga e mi invoglia a continuare.

[LTN]: Per la "gestione" delle tue opere in vendita sui vari store online ti affidi a qualcuno o fai tutto da solo?
Utilizzo i servizi offerti da Narcissus e ne sono soddisfatto.

[LTN]: Tra la tua produzione spicca anche il feuilleton "Extasiah" che pubblichi per Lite Editions. C'è anche l'eros e la fantascienza nelle tue corde?
Un cuoco deve saper cucinare tutto, dagli antipasti ai dolci, altrimenti che cuoco sarebbe? Allo stesso modo, uno scrittore dovrebbe cimentarsi con più generi possibile, anche se avrà delle preferenze, degli ambiti nei quali si troverà più a suo agio. Credo che l'eros e la fantascienza siano due sfere nelle quali l'espressione sia sempre ai primi balbettii, poiché sono due ambiti nei quali la fantasia la fa da padrona. Essendo quest'ultima illimitata, di conseguenza non vi sono limiti alla creatività, anche se potrebbe sembrare che qualsiasi situazione o evento un autore possa immaginare, qualcun altro lo abbia già fatto per primo. In fondo, Verne ha immaginato i viaggi spaziali molto prima di Von Braun, no? E De Sade ha immaginato ogni sorta di eccentricità erotica molto prima di Eric Stanton...

[LTN]: Su cosa stai lavorando al momento?
Sto per ultimare il quarto capitolo delle avventure di Gabriel Delacroix, diretta prosecuzione de I Figli delle Tenebre. Questo romanzo chiuderà un ciclo e darà il la a una nuova serie di avventure autonome. Inoltre, sto proseguendo il romanzo a puntate Anno Diaboli. Purtroppo ho un po' trascurato questo lavoro negli ultimi tempi, ma conto di rimediare quanto prima.

[LTN]: Prima di lasciarci consiglieresti ai nostri lettori un libro uscito e letto nell'ultimo anno che ti è particolarmente piaciuto?
Ho apprezzato molto i romanzi di Donato Carrisi. Un autore molto bravo che stimo e che apprezzo per lo stile e le atmosfere che riesce a creare.


Condividi la lettura con i tuoi amici!

Il Buio ha un Maestro: intervista a Roberto Blandino
Intervista realizzata da:
Pubblicata il 08/10/2014

Da Novità in Libreria:

Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella
3:33 di Danjel Maraniello
L'Accolita dei contisani di Marica Petrolati

Da Interviste Letterarie:

Intervista a Maurizio Campisi: dalla Costa Rica, tra avventura, giallo e denuncia
Quadri maledetti, ore nere e autori horror a Milano: intervista a Yuri Abietti
Un caso di vampirismo molto particolare: intervista a Giulia Bezzi

Concorsi letterarii in Italia

Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139