Recensione Romanzo Thriller
La Carezza dell'uomo nero

Libri > Recensioni > La Carezza dell'uomo nero, di Sabine Thiesler, edito da Baldini Castoldi Dalai nel 2010 al prezzo di 20 euro. Leggi la trama.

Clicca per leggere la scheda editoriale di La Carezza dell'uomo nero di Sabine Thiesler Mi sono ritrovato spiazzato nel leggere La carezza dell'uomo nero. Il suo approccio è infatti sensibilmente differente dai classici "romanzi thriller con serial killer" a cui siamo abituati in genere.
Qui, nonostante il materiale sia lo stesso, ci troviamo in ben altre zone letterarie.

La storia del serial killer di bambini biondi e dei primi anni delle sue attività criminali sono presenti nella prima parte del romanzo, nella seconda salgono alla ribalta una serie di personaggi femminili a lui legati (loro malgrado): la sua compagna, l'ispettrice che sembra dargli la caccia da sempre, una donna molto particolare che è stata testimone di un suo omicidio, la madre di una delle sue vittime. Su di loro, e in particolare su Anne, la madre tedesca di un innocente bimbo strappato alla vita in Toscana, si concentra la narrazione di tutta la seconda parte del volume.
Sabine Thiesler ci racconta la storia di Alfred e dei suoi assassini non dal punto di vista malato e perverso del serial killer o da quello degli investigatori che sono sulle sue tracce, ma da quello delle persone che sono state costrette a convivere con le conseguenze delle sue terribili azioni.

Le vicende stanno quindi alla larga da stereotipi narrativi quali "il serial killer che gioca al gatto col topo con le sue vittime" o che "sfida" chi lo sta cercando. Non seguiamo gli investigatori nella loro serrata e avvincente ricerca di indizi e possibili sospettati. Non ci sono inseguimenti nè scene d'azione nè sparatorie. Nessun dettaglio macabro o di sangue, nessuna violenza raccontata.
Quasi nulli sia il profiling che la forensic insomma.
Ci immergiamo invece in esistenze sospese, spezzate o in fase di ricostruzione, ci imbattiamo nella frenesia, lo sforzo, per (ri)trovare la pace per uscire da situazioni devastanti che si protraggono per anni, alla ricerca di un possibile benessere (che potrebbe non arrivare mai).

Sabine Thiesler narra senza eccedere in lunghe descrizioni o in prosa ricercata, Helga Rainer traduce il tutto mantenendo la sensibilità e il buon ritmo originali. Le pagine del romanzo scorrono senza fatica tra salti temporali e di spazio, giocando con il lettore nel mostrare questo o quel particolare, questo o quell'indizio: ma non alla costante ricerca dell'improvviso (quanto sterile) colpo di scena o del climax finale (zuppo di suspense) quanto per offrire un quadro più completo possibile degli eventi così da permettergli di capire a pieno i sentimenti dei protagonisti, di poter vivere il loro stato "sospeso" e di poter provare quello che si portano dentro.

Introspezione, paure e sentimenti in abbondanza quindi, in un romanzo che soprattutto il pubblico femminile non potrà che apprezzare al massimo, le madri in testa.
Consigliato soprattutto a chi cerca un thriller "diverso".

Condividi la lettura con i tuoi amici!

Recensione del libro La Carezza dell'uomo nero
Recensione scritta da: Alessio Valsecchi
Pubblicata il 08/03/2010

Da Novità in libreria:

Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella
3:33 di Danjel Maraniello
L'Accolita dei contisani di Marica Petrolati

Da Recensioni Letterarie:

3:33 di Danjel Maraniello
Ombre di Carmen Cirigliano e Carmine Menzella
L'Accolita dei contisani di Marica Petrolati

Concorsi letterarii in Italia

Film horror: tutti i migliori del 2018

Tutti i migliori film horror del 2017

Tutti i migliori film horror del 2016

Film con zombie: i migliori

Favole Horror: le fiabe che fan paura da morire

La classifica dei 10 serial killer più famosi

Simboli Esoterici: significato, origini e uso

Film con vampiri: i migliori

Misteri e storie incredibili

Le più spaventose leggende metropolitane

I 10 animali più velenosi al mondo

Tutto sulla festa di Halloween del 31 ottobre

Il malato mondo dei serial killer

I peggiori disastri della storia umana

Disclaimer e Diritti | Recapiti e Contatti | Questo sito usa i cookie: consulta le nostre privacy policy e cookie policy